Condividi:


Fincantieri, un nuovo accordo di programma per il super ribaltamento

di Fabio Canessa

Signorini: "Il più grande investimento pubblico a Genova dopo la diga foranea"

L'accordo di programma sul ribaltamento a mare per l'ampliamento dello stabilimento Fincantieri di Sestri Ponente dovrà essere riscritto, se passerà il nuovo progetto, più ambizioso e costoso, per poter finalmente partire. Riunione fiume fra il presidente dell'Autorità di sistema portuale Paolo Emilio Signorini, il presidente della Regione Giovanni Toti e il sindaco Marco Bucci: l'idea sembra quella di procedere e a brevissimo potrebbe essere già fissata la data per il nuovo accordo.

Il progetto originario, costo 80 milioni, prevedeva la messa in sicurezza del rio Molinassi - che è già in appalto e i lavori partiranno nel 2019 - e poi l'ampliamento dello stabilimento con un riempimento a mare. Ma ora si lavora sulla nuova proposta di Fincantieri: un superbacino nell'area più vicina al Porto petroli e due banchine di accosto per grandi navi, con piazzali, nella parte a levante. Era previsto anche un tunnel ferroviario, ma è stato stralciato.

Restano molti nodi da sciogliere, a partire dalla compatibilità con le attività vicine. Signorini premette: "Si tratta del più grande investimento pubblico per Genova a parte la diga foranea, è strategico ma devono esserci tutti gli elementi per procedere". Tre le difficoltà principali. "La prima è finanziaria: non si parla più di 80 milioni di euro ma di alcune centinaia. Poi ci sono le interferenze: con il Porto petroli, i cantieri Tankoa e con Marina Genova. E infine l'iter autorizzativo deve essere riavviato".

Per i soldi l'Autorità di sistema portuale potrà utilizzare parte dei 200 milioni assegnati dopo il crollo di ponte Morandi, oltre ai 35 già a disposizione. Ma potrebbero non bastare. L'iter, invece, potrebbe essere accelerato grazie alla legge Genova: il ribaltamento potrebbe rientrare nel programma di opere predisposte dall'Autorità portuale e adottate dal sindaco e commissario Marco Bucci e realizzato con le deroghe previste per ponte Morandi.