Condividi:


Covid Liguria, Toti: "Vaccini per over 80 e persone fragili dal 12 febbraio"

di Redazione

Intanto arriva l'ok dell'Aifa al vaccino di Astrazeneca ma è omologato solo per le persone dai 18 ai 55 anni

"Lascia un poco di amaro in bocca che il vaccino anti covid europeo di Astrazeneca sia stato purtroppo omologato dall'Aifa solo per le persone tra i 18 e 55 anni". E' il commento del presidente della Regione Liguria Giovanni Toti stasera in una diretta video sull'andamento della pandemia. "Il vaccino AstraZeneca proteggerà e interromperà un po' la catena di contagio, però andrà somministrato solo agli under 55, il che vuol dire a persone che sostanzialmente hanno rischi di salute molto modesti. - sottolinea Toti - Praticamente sotto i 50 anni il numero di morti per covid è uno zero virgola, così come il numero degli ospedalizzati. Purtroppo il vaccino sviluppato in Europa non ha dato le performance dei colleghi americani di Pfizer e Moderna, il che purtroppo è qualcosa con cui dovremo fare i conti".

Il via alla vaccinazione anti covid degli over 80 e delle persone fragili residenti a casa in Liguria potrebbe partire il 12 febbraio. Lo annuncia il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti. "Oggi c'è stata una lunga riunione tra le Regioni e il Governo sulle priorità della campagna di vaccinazione, quasi tutte le Regioni hanno insistito sulla vaccinazione degli over 80. Oltre agli anziani Toti spiega cha la fase 2 coinvolgerà tutte i liguri con comorbidità e in condizioni fragili".

"Domani sarà l'ultima giornata della Liguria in zona arancione, poi torneremo in giallo", ricorda Toti invitando i cittadini a "continuare a prestare la massima attenzione prestando attenzione per scongiurare il rischio di tornare in zona arancione fra due settimane. La zona gialla darà un pochino di fiato a persone che non hanno potuto lavorare - ha concluso -, cerchiamo di continuare a comportarci bene".