Condividi:


Coronavirus, la Liguria a cavallo tra zona gialla e arancione: venerdì la decisione

di Alessandro Bacci

Toti: "Ce la giocheremo all'ultimo decimale". Intanto l'incidenza del covid nel Ponente ligure si è allineata al resto della Regione

I parametri sull'andamento dell'epidemia da covid in questi giorni collocano la Liguria al momento "a cavallo" tra la zona gialla e la zona arancione". Lo ha detto il presidente della Regione Giovanni Toti. "Vedremo poi la valutazione degli elementi di rischio e dell'Rt", ha aggiunto. "Come ogni venerdì ce la giocheremo all'ultimo decimale", ha sottolineato riferendosi al momento in cui viene deciso settimanalmente il livello di rischio delle regioni nel confronto tra Iss, Cts e ministero della Salute.

"L'incidenza del covid nel Ponente ligure si è allineata al resto della Regione, ben sapevamo che gli effetti del distanziamento sociale avrebbero necessitato di una decina di giorni per manifestarsi". Lo ha sottolineato il responsabile Prevenzione dell'agenzia sanitaria ligure Filippo Ansaldi nel punto stampa sull'andamento della pandemia.

"La crescita della pressione ospedaliera nel Ponente si è arrestata attorno a un numero di ricoveri piuttosto stabile", ha commentato. Il presidente della Regione Giovanni Toti ha rimarcato che "in Liguria l'incidenza del virus resta al di sotto della media nazionale e a Imperia si conferma il trend decrescente, l'ordinanza restrittiva ha portato a un buon successo".