Condividi:


Conero Bus, innovazione e resilienza nel trasporto pubblico urbano ed extraurbano

di Redazione

Ne parliamo con Muzio Papaveri, presidente e ad dell'azienda marchigiana

Innovazione e resilienza sono le parole chiave messe in campo da Conero Bus, l'azienda di trasporti che opera nella provincia di Ancona. Senza dimenticare però il fattore umano e la necessità di operare sempre nell'ottica di una costante crescita. "Siamo una società nata nel 1999 dalla fusione di due aziende operanti nei servizi urbani ed extraurbani - ci spiega Muzio Papaveri, presidente e ad di Conero Bus - In queste fasi di pandemia, abbiamo attivato tutte le procedure per la sanificazione e la pulizia dei nostri mezzi. Ma abbiamo cercato di andare anche oltre, sperimentando dei filtri molto particolari che sono installati su alcuni nostri mezzi, e che riescono ad abbattere virus e batteri nell'aria. Abbiamo anche cambiato alcuni nostri servizi. Da tre mesi siamo partiti con la prenotazione obbligatoria per i ragazzi che usufruiscono del servizio scolastico. I ragazzi hanno un'app, si prenotano e hanno il posto garantito all'interno del mezzo nel pieno rispetto delle normative".

Attenzione ai mezzi ma anche - si diceva - all'aspetto umano: "Per noi è molto importante la formazione dei nostri dipendenti - aggiunge Papaveri - perché i mezzi si possono acquistare ma le persone devono essere formate. Per questo abbiamo creato un'Academy insieme ad alcune prestigiose università d'Italia, per formare i nuovi manager che dovranno guidare le aziende nel prossimo futuro. Abbiamo attivato un mobility academy master executive che è itinerante perché le lezioni si tengono dove ci sono le migliori aziende del settore, riscuotendo una grandissima attenzione da parte dei player più importanti".