Condividi:


Biciclette, che boom con la pandemia: +17% di vendite, +9% nell'utilizzo quotidiano

di Edoardo Cozza

Potenziate anche le piste ciclabili nelle grandi città: Milano (+ 67 km), Venezia (+18 km), Bologna (+ 16 km), Genova (+25 km), Roma (+ 33 km)

Gli spostamenti a piedi o in bici in Italia sono passati nel giorno medio feriale dal 24,1% del 2019 al 32,7% dei primi dieci mesi del 2020. Nel 2020, l'anno della pandemia, sono aumentate anche le biciclette vendute: oltre 2 milioni, +17% rispetto all'anno precedente. All'aumento delle bici si è affiancato nel 2020 un potenziamento delle reti ciclabili, con casi virtuosi come Milano (+ 67 km), Venezia (+18 km), Bologna (+ 16 km), Genova (+25 km), Roma (+ 33 km).

Lo ricorda Narvalo, società spinoff del Politecnico di Milano, in vista della Giornata Mondiale della Bicicletta del 3 ottobre. Narvalo cita i dati del rapporto Mobilitaria di Legambiente e di Ancma-Confindustria. Secondo Mobilitaria, 26,6 milioni di italiani affermano di aver cercato nel 2020 un nuovo mezzo di trasporto, meno inquinante dell'automobile. "Nel 2020 è emerso un interessante miglioramento del tasso di mobilità sostenibile, - commentano Venanzio Arquilla e Ewoud Westerduin, fondatori di Narvalo, - trainato non solo dal Bonus Mobilità, ma anche e soprattutto dalla consapevolezza della bicicletta come mezzo sicuro e alternativo sia ai mezzi pubblici, per evitare assembramenti, che all'uso privato dell'auto, per limitare il traffico e le emissioni di CO2. Allo stesso tempo, consente di fare movimento e rimanere in salute".