Allerta meteo più veloce: Sms più Telegram e Tursi risparmia

di Michele Varì

Il gruppo "Genova Alert" conta già quasi 20mila iscritti, l'obiettivo è arrivare a 100 mila

Il servizio sarà migliore e più veloce e consentità anche di risparmiare. I messaggi di allerta meteo giallo inviati dal Comune di Genova dal primo dicembre, gradualmente, non avverranno più con sms ma con notifiche di Telegram, un'app per smartphone simile a WhatsApp, gratuita, che permetterà di ricevere su un canale chiamato "Genova Alert" anche altre comunicazioni: cortei, strade chiuse e variazioni per i bus Amt.

Il servizio è attivo da un anno e ha già 19100 iscritti. Obiettivo del Comune è arrivare a 100 mila, in modo da soppiantare del tutto gli sms oggi ricevut da 130 mila genovesi. Solo l'anno scorso per diramare gli stati di allerta gialli Tursi ha speso 87 mila euro, mentre per tutti i livelli di allert la spesa è stata di oltre 200 mila euro.

"La scelta non è solo per risparmiare, ma sopratutto di efficienza", ha spiegato Sergio Gambino, consigliere con delega alla Protezione Civile, "perchè oggi con gli sms a voltre si consegna un messaggio anche un'ora dopo l'invio, un ritardo eccessivo per diramare un allert". Importate anche il risparmio: un singolo invio di sms oggi costa 6-8 mila euro. L'affiancamento della messaggistica parte dal primo dicembre quando per la prima volta, e da allora sarà sempre così, l'eventuale allerta gialla, la meno importante, sarà comunicata solo su Telegram. Le e rosse e le arancioni invece continueranno ad arrivare anche via sms. Almeno per ora.

Telegram è stato scelto perché, oltre alla gratuità, non ha - diversamente dal più popolare e diffuso  WhatsApp - limiti di invio contemporaneo. Eppoi è gratis. Per iscriversi: scaricare l'app Telegram e nella barra di ricerca digitare @Genova Alert e cliccare su unisciti. Alla presentazione del nuovo servizio c'era anche la funzionaria di Amt Ivana Toso, perchè su Telegram saranno veicolati anche informazioni sul traffico ed eventuali problemi legato al servizio bus. Alla presentazione del servizio era presente anche il dirigente della Protezione Civile Francesca Bellenzier e il responsabile della centrale operativa della polizia municipale Gianluca Mercenaro, dato che saranno proprio gli agenti della locale a gestire i messaggi da inviare.