Alle ginnaste azzurre Asia e Alice d'Amato il premio "Sportivo ligure dell'anno"

di Redazione

Alice e Asia, cresciute all'Andrea Doria di Genova, nel 2019 hanno conquistato uno storico bronzo con la Nazionale ai mondiali di ginnastica artistica

Ad aggiudicarsi la 28esima edizione del premio "Sportivo ligure dell'anno" sono state le ginnaste azzurre Alice e Asia d'Amato, che nel 2019 hanno conquistato uno storico bronzo ai Mondiali di ginnastica artistica di Stoccarda, un riconoscimento al quale l'Italia puntava da 69 anni. Cresciute nella società Andrea Doria, a 12 anni sono entrate nel Brixia e sono oggi arruolate dalle Fiamme Oro. 

"Quest'anno temevamo di non riuscire ad organizzare il premio, ma la Regione Liguria ha voluto dare un forte segnale di vicinanza allo sport in questo momento di difficoltà per tante realtà sportive", dichiara l'assessore ligure allo Sport Simona Ferro. "Vogliamo promuovere lo sport in ogni diciplina e per ogni età, soprattutto in questo momento di pandemia in cui l'attività sportiva può essere uno strumento di riscatto e per il benessere fisico e psicologico".

L'emergenza Covid 19, dunque, non ha fermato la cerimonia del premio "Sportivo ligure dell'anno", anche se gli atleti si sono dovuti dividere tra collegamenti da remoto e partecipazione in presenza nella Sala Trasparenza della Regione Liguria. Sei sono le “menzioni speciali” per altrettanti atleti: Lorenzo Tonetto (Trionfo Ligure), campione paralimpico d'Italia nel lancio del disco; Davide Sciuva, campione mondiale con la Nazionale di powechair hockey; Alberto Razzetti (Fiamme Gialle-Genova Nuoto), detentore del record italiano nei 200 misti; Gianluca Mager, tennista sanremese finalista a febbraio nel torneo ATP di Rio de Janeiro; Dalma Caneva (Esercito), diventata a Roma vicecampionessa europea di lotta libera nel febbraio scorso e ora in preparazione per le Olimpiadi di Tokyo. Un riconoscimento è andato anche allo Spezia Calcio, neopromosso in serie A.