Condividi:


Addio al coprifuoco, la Liguria festeggia

di Anna Li Vigni

I liguri festeggiano in Piazza De Ferrari, a Castello San Giorgio alla Spezia, al Priamar di Savona e e dal Palazzo del Municipio di Imperia

Ieri sera una festa per dire addio al coprifuoco. 
Luci e musica dunque nelle piazze simbolo di Genova, La Spezia, Savona e Imperia per festeggiare una tanto attesa e sospirata ripartenza, frutto di buoni comportamenti e di una campagna vaccinale che in questi mesi pur con aggiustamenti in divenire è riuscita a dare un importante contributo al raggiungimento della situazione ideale per poter essere regioni bianche. Resta l'obbligo dell'uso delle mascherine e quello del distanziamento. Ripartenza significa riapertura ma con molte regole ancora da rispettare come il numero massimo di 6 commensali al tavolo per chi mangia all'interno dei ristoranti mentre non c'è limite per chi pranza o cena all'aperto. 

La riaccensione della Liguria e la riconquista della libertà è motivo di grande festa come ha voluto sottolineare il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti intervenendo ieri sera con un saluto e un augurio dal palco di Radio Babboleo a De Ferrari. Centinaia di giovani hanno affollato la piazza e si sono ritrovati per dire addio al coprifuoco come quando si dice addio al vecchio anno in attesa che qualcosa di nuovo e di buono possa accadere.

In diretta su Telenord l'intervento diel governatore Toti che ha sottolineato l'importante e fondamentale contributo che le vaccinazioni hanno dato al raggiungimento del risultato oltre agli assessori Ilaria Cavo e Marco Scajola che hanno commentato la serata. 
E a proposito di libertà, oggi si deciderà molto probabilmente il know-how di discoteche e sale da ballo ancora chiuse, come ha spiegato a Telenord Ettore Bocciardo, presidente del Silb (associazione delle imprese di intrattenimento da ballo e di spettacol).