Condividi:


12 maggio, in tutto il mondo si celebra la Giornata Internazionale dell'Infermiere

di Marco Innocenti

Non eroi ma professionisti che svolgono il proprio lavoro con professionalità e senso del dovere: a loro - ancora una volta - va il nostro grazie

Si celebra in tutto il mondo, ogni 12 di maggio, nell'anniversario della nascita a Firenze di Florence Nightingale, la madre dell'assistenza infermieristica moderna. E' la Giornata Internazionale dell'infermiere, istituita nell'ormai lontano 1965 ma oggi più che mai divenuta una giornata simbolo, per celebrare l'impegno e la dedizione di migliaia di operatori che da oltre un anno combattono in prima linea contro la pandemia. 

Nessuno di noi ha dimenticato ad esempio la foto di Elena Pagliarini, l'infermiera del Pronto Soccorso di Cremona crollata sulla tastiera del pc, sfinita dopo l'ennesimo turno massacrante, con ancora indosso camice e mascherina. Ma non vogliamo nemmeno dimenticare i tanti video e le foto che hanno immortalato i sorrisi e le lacrime di gioia di quegli stessi infermieri, ogni volta che un malato di covid riusciva a sconfiggere il virus e a lasciare l'ospedale. Due facce della stessa medaglia, due immagini della stessa pandemia, due istantanee dell'instancabile impegno di medici e infermieri.  

Un esercito di professionisti, non di eroi ma di persone che amano il proprio lavoro e sanno svolgerlo con responsabilità e senso del dovere, al servizio di tutta la collettività. E' per questo che anche noi di Telenord vogliamo rinnovare il nostro grazie a tutti gli infermieri e le infermiere che, da sempre e non solo durante la pandemia, offrono la loro professionalità, senza risparmiarsi mai. E se, alla fine di questo incubo, andrà davvero tutto bene (come scrivevamo un anno fa!) buona parte del merito sarà di certo loro